NEUROPSICHIATRIA INFANTILE – LE GRAVI CEREBROLESIONI DELL’ETÀ EVOLUTIVA

NEUROPSICHIATRIA INFANTILE – LE GRAVI CEREBROLESIONI DELL’ETÀ EVOLUTIVA

_
iten
Codice
73139
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
1 cfu al 3° anno di 9287 TERAPIA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITA' DELL'ETA' EVOL (L/SNT2) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/39
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (TERAPIA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITA' DELL'ETA' EVOL)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

PRESENTAZIONE

La Neuropsichiatria Infantile è una disciplina medica che studia tutte le patologie neurologiche e psichiatriche dell’età evolutiva, e come tali problematiche si sviluppino in maniera del tutto peculiare in età evolutiva e nelle diverse epoche maturazionali. Durante il corso vengono delineati gli elementi diagnostici essenziali sulle gravi cerebrolesioni in età evolutiva, soprattutto in relazione allo sviluppo neuro e psicomotorio e relazionale e alla integrazione e scopi dei diversi interventi riabilitativi.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Conoscere principali meccanismi patogenetici e quadro clinico delle gravi cerebrolesioni in età evolutiva, soprattutto in relazione allo sviluppo neuro e psicomotorio e relazionale e alla integrazione ed agli scopi dei diversi interventi riabilitativi. Impostare l'indagine psicomotoria tramite osservazione specifica al fine di progettare correttamente l'intervento terapeutico e riconoscere l'area di potenziale sviluppo entro cui collocarlo. Saper descrivere i modi di azione e la qualità dell'interazione e della comunicazione non verbale attraverso la valutazione e la corretta impostazione del setting (caratterizzato da elementi quali lo spazio, il tempo gli oggetti e l'attitudine corporea specifica). Conoscere i principali interventi terapeutici e riabilitativi dei disturbi neurocognitivi, neuropsicologici e neurolinguistici in età evolutiva, soprattutto nell'ottica di collaborazione con l'equipe riabilitativa neuropsichiatrica multidisciplinare. Conoscere le principali metodologie didattiche e di intervento educativo, l’uso di modelli teorici e metodologici derivanti dalle ricerche pedagogiche, filosofiche, psicologiche e sociali e i possibili interventi formativi in relazione ai modelli di pratica educativa codificati dalla ricerca corrente. Progettare ed attuare procedure rivolte all'inserimento e al benessere sociale dei soggetti portatori di disabilità e di handicap neuropsicomotorio e cognitivo attraverso le discipline dello spettacolo.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

Conoscere i principali meccanismi patogenetici e quadri clinici delle gravi cerebrolesioni in età evolutiva, quali encefaliti, traumi cranici, tumori ed accidenti cerebrovascolari. Conoscere i meccanismi patogenetici ed espressività clinica delle principali e più frequenti malattie metaboliche ad espressività pediatrica, finalizzata alla loro presa in carico multidisciplinare. Conoscenza degli esiti e dell’evoluzione temporale delle gravi cerebrolesioni,  in specifico per la programmazione degli interventi a breve e lungo termine. 

Modalità didattiche

L’insegnamento prevede lezioni frontali per un totale di 10 ore e con la proiezione di diapositive.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Encefaliti: generalità, quadri clinici più frequenti, esiti.

Idrocefalo ed ipertensione endocranica, definizione ed aspetti clinici principali.

Traumi cranici: classificazione, esiti.

Tumori endocranici: generalità, presentazione in età pediatrica.

Malattie metaboliche: definizione, principi di classificazione, peculiarità collegate al decorso clinico ed evoluzione.

Stroke infantile: cause, manifestazioni cliniche, esiti. 

Paralisi cerebrali infantili: definizione, cause, classificazione clinica. 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Maurizio de Negri “Neuropsichiatria dello sviluppo” Ed. Piccin, Padova, 1999.

Roberto Militerni “Neuropsichiatria Infantile”. Ed. Idelson-Gnocchi.

Diapositive delle lezioni, ad integrazione del testo.

TESTI INTEGRATIVI CONSIGLIATI:

Neurologia di Fazio e Loeb (Ed. Universo)

M. De Negri “Neuropsichiatria dell'Età Evolutiva”. Ed. Piccin- Nuova Libreria 2004.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: previo appuntamento con segreteria tel 010.56362432 oppure contatto via email:  elisa.degrandis@unige.it; elidegrandis@gmail.com

Commissione d'esame

FRANCESCA MARIA BATTAGLIA (Presidente)

LUCIA SCIARRETTA

BARBARA ZAMPA

FRANCESCA PASSANO

ELISA DE GRANDIS

DONATELLA COLINA

SAMANTHA ARMANI

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento prevede lezioni frontali per un totale di 10 ore e con la proiezione di diapositive.

INIZIO LEZIONI

ottobre/novembre

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

Verranno valutate conoscenza e capacità di comprensione attraverso la formulazione di domande specifiche inerenti la disciplina in oggetto attraverso l’uso di termini medici;

Verrà valutata l’autonomia di giudizio attraverso la formulazione di scenari clinici specifici;

Le abilità comunicative verranno valutate attraverso l’esame orale e l’uso di termini clinici specifici ed infine le capacità di apprendimento verranno valutate attraverso la richiesta di specifiche nozioni inerenti la disciplina.