GINECOLOGIA ED OSTETRICIA

GINECOLOGIA ED OSTETRICIA

_
iten
Codice
67999
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
1 cfu al 2° anno di 9276 INFERMIERISTICA (L/SNT1) GE GALLIERA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/40
LINGUA
Italiano
SEDE
GE GALLIERA (INFERMIERISTICA)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

PRESENTAZIONE

Partendo dall’anatomia e dalla fisiologia dell’apparato genitale femminile vengono analizzate le principali patologie ginecologiche nonché la fisiopatologia ostetrica e i più frequenti quadri della relativa patologia

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

Identificare i principali bisogni di assistenza infermieristica nei confronti dello specialista ginecologo nel contesto dell’attività ambulatoriale anche in relazione alle pratiche e alle conoscenze che l’infermiere deve possedere per supportare il medico e affrontare in prima istanza la donna e/o la coppia che necessita di essere informata, orientata e, se è il caso, tranquillizzata.

Lo/a studente deve dimostrare di aver appreso le tecniche di sua competenza da mettere in pratica durante l’attività ambulatoriale o di corsia a supporto o, in qualche caso in deroga, dell’attività del medico ostetrico-ginecologo. Ugualmente deve dimostrare di possedere le conoscenze che gli permettano di fornire una prima documentata risposta ai quesiti che la donna (in tema di gravidanza, di infertilità, di contraccezione, di prevenzione neoplastica, di malattie a trasmissione sessuale, di interruzione volontaria di gravidanza, ecc.) può rivolgere in attesa di ottenere la consulenza del medico specialista

Modalità didattiche

Lezione frontale corredata da slides, video e , quando possibile, dimostrazioni pratiche, lasciando ampio spazio alle domande e alla discussione 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Definire un piano di sorveglianza della gravidanza a basso rischio

Saper fornire informazioni riguardo alle metodiche di diagnostica prenatale

Saper strumentare una amniocentesi, un pap test ed inserire un DIU

Saper inquadrare e valutare le condizioni di rischio in gravidanza;

Saper fornire informazioni di prevenzione preconcezionale (malattie infettive – malattie preesistenti – abitudini di vita )

Saper riconoscere le principali patologie della gravidanza al primo trimestre (aborto extra ), metrorragie del terzo trimestre ed emorragie del secondamento e del post partum; diagnosi differenziale e primi provvedimenti di urgenza.

Saper eseguire manovre elementari di urgenza in caso di metrorragia del secondamento e nel postpartum

Provvedere ad interventi di educazione sanitaria in tema di contraccezione , sterilità e malattie sessualmente trasmesse basandosi sulle conoscenze del modello riproduttivo umano.

Saper inquadrare le problema-tiche legate alle varie fasi della vita della donna: età riproduttiva e disturbi ad essa correlati : alterazioni mestruali , dimeno-rea e postmenopausa

Offrire informazioni in tema di prevenzione, screening e diagnosi precoce dei tumori dell’apparato genitale mammella compresa

Conoscere le principali patologie dell’apparato riproduttivo (fibromi, cisti ovariche, prolasso)

Conoscere le varie procedure chirurgiche per poter fornire generiche informazioni sulle conseguenze sulla sfera riproduttiva e sessuale

TESTI/BIBLIOGRAFIA

"Elementi di Pediatria per Infermieri" Teresa de Toni ED. Carocci

"L'assistenza di base in Pediatria" a cura di Clara Moretto ED. Carocci

"Ginecologia ed Ostetricia" Autore: T. Wierdis, C. Romanini - Casa Minerva Medica.

"Assistenza Infermieristica ed Ostetrica in Area Materno Infantile" Di Giacomo, Rigon - Casa Editrice Ambrosiana 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il docente sarà disponibile previo appuntamento per la discussione ed eventuali approfondimenti del programma dell’insegnamento. Su richiesta degli studenti, sarà fornito materiale per approfondimenti dei temi di interesse. Per appuntamenti scrivere a simone.ferrero@unige.it .

Ricevimento: maura.grimaldi@virgilio.it

Ricevimento: p.bracco@asl1.liguria.it

Commissione d'esame

GIOVANNA RAZETO (Presidente)

Rosaria Casciaro (Presidente)

STEFANO PARMIGIANI

ANGELO MORCHIO

RITA LECCA

MAURA GRIMALDI

DANIELA ROSSELLI

SANDRO VIGLINO

MARA SEGUINI

FRANCA RUSCONI

GIORGIO GIORGI

MASSIMO GIAN ANDREA GIANNONI

MARIO COTELLESSA

PATRIZIA CATALDI

PIERLUIGI BRACCO

MONICA BENUSSI

DAMIANA DELL'AGNELLO

ENRICA FONTANA

FULVIA ESIBITI

IURI DOTTA

TERESINA DE TONI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezione frontale corredata da slides, video e , quando possibile, dimostrazioni pratiche, lasciando ampio spazio alle domande e alla discussione 

ESAMI

Modalità d'esame

Esame orale strutturato che contempla, in genere, un argomento di carattere ginecologico (tra quelli affrontati durante il corso) e uno di carattere ostetrico 

Modalità di accertamento

Durante l’esame viene verificato il grado di conoscenza degli argomenti trattati, l’elaborazione che ne è stata fatta, il ricorso ad eventuali dati statistici,  le modalità espressive e di esposizione