ASSISTENZA OSTETRICA NELLA GRAVIDANZA A BASSO RISCHIO

ASSISTENZA OSTETRICA NELLA GRAVIDANZA A BASSO RISCHIO

_
iten
Codice
67997
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
4 cfu al 2° anno di 9278 OSTETRICIA (L/SNT1) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/47
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (OSTETRICIA)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

PRESENTAZIONE

Lo studente alla fine del corso sarà in grado di:

  • comprendere i processi fisiologici connessi allo stato di salute e malattia in gravidanza e i campi di intervento assistenziale dell'Ostetrica.

Conoscere la metodologia clinica (pianificazione, gestione e valutazione dell’assistenza ostetrica), le tecniche, le manovre e le valutazioni necessarie per l'erogazione di un’assistenza ostetrica di qualità.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Al termine dell'Insegnamento lo Studente dovrà essere in grado di:

- valutare, utilizzando metodologie appropriate, i bisogni di assistenza e le necessità
dell'utenza di riferimento, tenuto conto delle differenze biologiche, psicologiche, sociali e culturali
- interpretare i risultati delle diverse valutazioni cliniche
- assumere decisioni assistenziali personalizzando e contestualizzando le scelte su prove di efficacia
- individuare gli ambiti di autonomia professionale riconoscendo tempestivamente le necessità di
assistenza addizionale
- valutare i risultati dell'assistenza e la risposta ai trattamenti (anche farmacologici) in relazione agli indicatori e standard di riferimento tenuto conto della soddisfazione delle persone assistite
- analizzare situazioni organizzative riconoscendo le situazioni potenzialmente a rischio per gli
operatori e/o per le persone assistite

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

Al termine dell'Insegnamento lo Studente dovrà conoscere:

  1. Aspetti bio-psico-sociali e clinici della gravidanza fisiologica.
  2. Criteri di identificazione dei diversi profili di rischio materno-fetali.
  3. Linee guida e raccomandazioni basate su prove di efficacia per l’assistenza a donne sane con gravidanza fisiologica: stili di vita in gravidanza, disturbi in gravidanza, valutazione del benessere fetale, test di screening e indagini diagnostiche in gravidanza; esame clinico della donna in gravidanza (bilancio di salute, semeiotica tradizionale ostetrica).
  4. Modelli assistenziali e strumenti operativi per l’assistenza a donne sane con gravidanza fisiologia.
  5. Fisiologia della gravidanza (definizioni di età gestazionale e età concezionale).
  6. Diagnosi di gravidanza e segni di probabilità e di certezza della gravidanza. 
  7. Modificazioni fisiologiche e dell’organismo materno in gravidanza: incremento ponderale, apparato genito-urinario, apparato respiratorio, volume e composizione del sangue, apparato cardiovascolare, apparato gastrointestinale, apparato endocrino, cute e annessi).
  8. Metodi di promozione di una alimentazione appropriata per i bisogni nutrizionali della donna in gravidanza.
  9. Fattori di rischio per la salute correlati all’ambiente di vita e di lavoro.

Modalità didattiche

Lezioni interattive

Esercitazioni in piccoli gruppi su tecniche e/o casi clinici e/o check-list inerenti l'insegnamento

PROGRAMMA/CONTENUTO

  1. Raccomandazioni e linee guida
  2. Inquadrare le peculiarità professionali del personale sanitario coinvolto nella “care”  della gravida
  3. Monitoraggio e continuo accertamento del basso rischio in gravidanza
  4. Alimentazione in gravidanza  e stili di vita BMI e incremento ponderale
  5. Regola di Naegele e regolo ostetrico Situazione, presentazione e posizione 
  6. Fornire alla gravida adeguate indicazioni riguardanti viaggi e vaccinazioni
  7. Punti ossitocici (scheda) Rivolgimento esterno e Moxa (cosa si può fare dal punto di vista ostetrico)
  8. MAF scheda di Cardiff 
  9. Anamnesi orientata alla definizione del rischio ostetrico (Check, role playing)
  10. Efferrure controlli presso e oltre il termine di Gravidanza (Laboratorio)
  11. Manovre di Leopold, misurazione sinfisi-fondo, stetoscopio di Pinard, stick urine (Check)

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Pescetto G, De Cecco L, Pecorari D, Ragni N.  Ginecologia e ostetricia – Soc. Ed. Universo

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il docente riceve previo appuntamento via mail: matilde.canepa@unige.it

Ricevimento: Il docente riceve previo appuntamento via mail: maltonialessandra@virgilio.it

Commissione d'esame

TERESINA SCAPPARINO (Presidente)

MATILDE CANEPA (Presidente)

SANDRA MORANO

ALESSANDRA MALTONI

ANDREA BRUGNOLO

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni interattive

Esercitazioni in piccoli gruppi su tecniche e/o casi clinici e/o check-list inerenti l'insegnamento

INIZIO LEZIONI

Vedi calendario pubblicato su aulaweb

ESAMI

Modalità d'esame

Scritto e Orale

Modalità di accertamento

L'esame si compone di una prova scritta con domande chiuse a scelta multipla che comprenderanno l’intero programma svolto.

Lo studente dovrà rispondere correttamente almeno al 75% selle domande.

Inoltre dovrà discutere un caso clinico riguardante la gravidanza fisiologica.