MALATTIE DELL'APPARATO CARDIOVASCOLARE

MALATTIE DELL'APPARATO CARDIOVASCOLARE

_
iten
Codice
67592
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
1 cfu al 6° anno di 8745 MEDICINA E CHIRURGIA (LM-41) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/11
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (MEDICINA E CHIRURGIA )
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

PRESENTAZIONE

Una risposta immediata ed efficiente ad una condizione clinica d’emergenza cardiaca può contribuire a salvare una vita.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Capacità di riconoscere  e trattare le emergenze/urgenze di interesse medico-chirurgico: cardiache, emodinamiche, respiratorie, addominali, neurologiche, ortopediche, psichiatriche, di origine traumatica, vascolare, emorragica, allergica, infettiva, tossica, da agenti fisici ambientali/accidentali, da patologie naturali. Capacità di gestirne le fasi iniziali fino all’eventuale ricovero. Acquisizione di manualità/tecniche di soccorso immediato e conoscenza dell’uso di farmaci di interesse nell’area dell’emergenza.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

Lo studente al termine del corso deve essere in grado di riconoscere e trattare, a livello di primo intervento, le situazioni di emergenza/urgenza cardiache in fase preospedaliera e intraospedaliera.

Modalità didattiche

Lezioni plenarie e casi clinici in aula

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

SINDROMI CORONARICHE ACUTE (1)

Paziente con IMA-sopraslivellamento tratto ST

SINDROMI CORONARICHE ACUTE (2)

Paziente con IMA-sottoslivellamento tratto ST

INSUFFICIENZA CARDIACA ACUTA

Scompenso cardiaco acuto

ARITMIE IN FASE ACUTA

Aritmie pericolose per la vita

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Linee guida internazionali fornite dal docente.

Per approfondimenti testo consigliato:

Chiaranda, Urgenze ed Emergenze, Istituzioni. 3a Ediz. (2012)

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

ALDO PENDE (Presidente)

FRANCESCO TORRE (Presidente)

ENRICO PARODI

PAOLO PASQUALINO PELOSI

FRANCESCO SAVERIO PAPADIA

LUCIANO MORESCO

MICHELE MINUTO

LUIGI MOLFETTA

ANDREA MOSCATELLI

PIER LUIGI PERCIVALE

GIANCARLO TORRE

EMANUELA VARALDO

CESARE STABILINI

GIOVANNI BATTISTA SECCO

ALBERTO PRIMAVERA

FRANCESCA SANGUINETI

FRANCESCA MATTIOLI

ANTONIETTA MARIA MARTELLI

GIACOMO DAGNINO

FRANCO DE CIAN

LUIGI DE SALVO

GIOVANNI CORSINI

MARCO CASACCIA

DARIA BOERI

CLAUDIO BRUNELLI

SERGIO BERTOGLIO

LAMBERTO FELLI

EZIO GIANETTA

CLAUDIO LAUNO

CARLO GANDOLFO

MARCO FRASCIO

ROSARIO FORNARO

FRANCESCO MARIA FRANCHIN

MATTEO FORMICA

GIACOMO BORGONOVO

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni plenarie e casi clinici in aula

 

ESAMI

Modalità d'esame

La prova d’esame si riferisce al programma dell’intero corso integrato e consiste in domande a quiz a scelta multipla (31 domande, una sola risposta esatta, ad ogni risposta esatta verrà attribuito un punto, partendo da 30 e lode. Nessuna penalità verrà attribuita alle risposte errate).  Per il superamento della prova occorrerà rispondere correttamente ad almeno 18 domande.

Modalità di accertamento

La verifica dell’apprendimento avviene attraverso il solo esame finale che mira ad accertare l’  effettiva acquisizione da parte dello studente dei risultati di apprendimento attesi.