GERIATRIA

GERIATRIA

_
iten
Codice
67350
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
1 cfu al 2° anno di 9284 PODOLOGIA (L/SNT2) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/09
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (PODOLOGIA)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

PRESENTAZIONE

Il corso di Geriatria per la Laurea in Podiatria fornirà gli elementi essenziali geriatrici per un'attività sanitaria integrata e globale e la conoscenza delle malattie e dei problemi più diffusi degli anziani; I principi per la valutazione dell'anziano con particolare attenzione ai più comuni disturbi del piede.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Conoscere le principali patologie endocrinologiche e metaboliche (tiroide, paratiroidi, surrene, pancreas). Conoscere le principali malattie reumatiche con coinvolgimento connettivale, articolare e osseo. Conoscere le infezioni, batteriche e virali, le possibilità di trasmissione e il loro trattamento. Approfondire le conoscenze della patologia dell’appartato cardio-vascolare e apprendere le tecniche d’indagine strumentale delle vasculopatie periferiche. Conoscere gli aspetti demografici ed epidemiologici delle geriatria, l’invecchiamento fisiologico e le grandi sindromi geriatriche. Apprendere i fondamenti delle affezioni cutanee del piede con particolare riguardo alle onicopatie e alle onico.micosi. Conoscere le basi della medicina di laboratorio, i prelievi di sangue, gli esami di base e i valori di riferimento.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

Il corso di geriatria per podologi fornirà agli studenti notizie riguardanti le seguenti aree: il cambiamento demografico con le conseguenze socio-sanitarie; l'invecchiamento degli organi relativi al corso; il paziente geriatrico e le sue peculiarità; il significato delle grandi sindromi geriatriche in riferimento alla podologia; la gestione del dolore e la sua valutazione; le principali patologie del piede e delle unghie; la riabilitazione dopo traumi e patologie; il piede diabetico nell'anziano.

Modalità didattiche

Lezioni e tirocinio pratico in corsia geriatrica

PROGRAMMA/CONTENUTO

Demografia dell'invecchiamento;  l'invecchiamento e in particolare l'invecchiamento del piede; il concetto di fragilità, le sue cause e la conseguente clinica; Le principali sindromi geriatriche, in particolare l'instabilità posturale con le malattie del piede; valutazione e gestione del dolore; problemi di relazione e di comunicazione con il paziente vecchio ; La promozione della salute, la prevenzione delle malattie dei piedi e la rete dei servizi sanitari per la patologia del piede; La disabilità e la riabilitazione geriatrica; La valutazione geriatrica completa, l'Unità di valutazione geriatrica ei suoi strumenti; Le patologie del piede più frequenti degli anziani; Il piede diabetico; Le onicopatie del vecchio.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Uccioli L, D'Ambrogi E. La podologia medica nella gestione del piede diabetico e del piede geriatrico

Timeo ed. 2005

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento è prenotato via mail (indirizzi sul sito UNIGE) con il docente: la risposta è entro le 48 ore.

Commissione d'esame

PATRIZIO ODETTI

CARMEN PIZZORNI

CLAUDIO BRUNELLI

ANDREA DE MARIA

RENZO CORDERA

EMANUELE CLAUDIO COZZANI

LUCA MASTRACCI

LUCA MASTRACCI (Presidente)

ANTONIO FERRAZIN

PATRIZIO ODETTI

ANDREA DE MARIA

EMANUELE CLAUDIO COZZANI

MARCO AMEDEO CIMMINO

RENZO CORDERA

CLAUDIO BRUNELLI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni e tirocinio pratico in corsia geriatrica

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame si svolge con modalità di test con domande a risposta multipla. Vengono somministrate 64 domande (8 per ciascun modulo) ciascuna delle quali con un minimo di 3 ed un massimo di 5 risposte, di cui una sola giusta. Ogni risposta esatta vale 0,5 punti. Il voto complessivo è dato dalla somma delle risposte giuste. Non si applicano penalizzazioni per le risposte sbagliate o per i campi non compilati. I candidati hanno 60 minuti di tempo per concludere l'elaborato.

Modalità di accertamento

Le modalità di accertamento della preparazione del candidato con test costituiti da domande a risposta multipla ha diverse ragioni:

- il corso integrato è costituito da 8 moduli diversi gestiti da docenti diversi e con tematiche diverse e solo parzialmente sovrapponibili. Ne nasce l'esigenza di accertare la preparazione del candidato per ciascuno dei moduli e su diversi argomenti trattati nel modulo. La modalità di accertamento più efficace in tal senso risulta il test con domande a risposta multipla.

- il test con domande a risposta multipla rappresenta uno strumento di valutazione obbiettivo, equanime nei confronti degli studenti e scevro da problematiche correlabili a stress o ansia del candidato che si possono manifestare nella prova orale.

- i numerosi impegni del corpo docente rendono difficoltoso la costituzione di una commissione d'esame in cui tutti siano costantemente presenti. Il test con domande a risposta multipla consente di esplorare la preparazione del candidato su tutti i moduli anche in assenza del docente di riferimento.