PEDIATRIA GENERALE E SPECIALISTICA

PEDIATRIA GENERALE E SPECIALISTICA

_
iten
Codice
67285
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
1 cfu al 5° anno di 8746 ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA (LM-46) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/38
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA )
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

PRESENTAZIONE

Presentazione dei dati essenziali della crescita e dello sviluppo del bambino, insieme con le principali patologie pediatriche

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Conoscere il quadro clinico e le basi terapeutiche delle principali malattie del bambino e dell’adolescente ed i disturbi dell’accrescimento, nonché i riflessi sull’apparato odonto-stomatognatico della patologia pediatrica. Acquisire una preparazione che gli consenta di operare nel bambino in base alle caratteristiche fisiopatologiche dell’età evolutiva, fino all’adolescenza.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

lo studente dovra’ acquisire la conoscenza sotto l’aspetto preventivo, diagnostico e riabilitativo delle problematiche di salute  e dimalattia  nell’eta’ neonatale, nell’infanzia e nell’adolescenza, per quanto di interesse dell’odontoiatra; la capacita’ di individuare le condizioni che necessitano dell’apporto professionale del medico non specialista e specialista in Pediatria.

Modalità didattiche

lezioni in aula

PROGRAMMA/CONTENUTO

  • Riconoscere e classificare le principali malformazioni congenite, sindromi malformative e malattie cromosomiche. Individuare fattori ambientali, esterni o intrauterini, che possono contribuire alla manifestazione di caratteri  ereditari sfavorevoli e/o malformazioni
  • Riconoscere anomalie della crescita che richiedono approfondimento: deficit e ritardi staturali armonici e disarmonici, l’ipopituitarismo e l'ipotiroidismo
  • Il bambino con infezioni ricorrenti e patologia respiratoria (faringo­tonsilliti, laringotracheo-bronchiti, asma bronchiale)
  • Il bambino con vomito e diarrea (reflusso gastro-esofageo, diarree acute, celiachia, allergie alimentari, malattie infiammatorie croniche dell’intestino); il bambino con colica addominale (appendicite acuta, peritoniti)
  • Riconoscere il diabete insorto in età pediatrica; Individuare ed illustrare gli aspetti preventivi e sociali del diabete insorto in età pediatrica
  • Descrivere le caratteristiche evolutive delle malattie osteoarticolari e della malattie infiammatorie (L'artrite reumatoide giovanile, il reumatismo articolare acuto).
  • Il bambino anemico e/o con emorragia (anemia del lattante; anemia sideropenica; anemie emolitiche; la leucemia linfatica acuta; le trombocitopenie; l’emofilia)
  • Conoscere gli elementi che permettono di inquadrare un’ematuria (la glomerulonefrite acuta postinfettiva; cenni sulle altre glomerulopatie; le infezioni delle vie urinarie; la nefropatia da reflusso)
  • Descrivere, rilevare e interpretare lo sviluppo psicomotorio, cognitivo e relazionale e identificare i segni precoci del ritardo mentale e della paralisi cerebrale. Riconoscere e intervenire tempestivamente nei disturbi della coscienza e negli stati convulsivi dei primi anni di vita. Classificare le epilessie dell’età evolutiva. Riconoscere e classificare  i disturbi del tono e del trofismo muscolare (m. di Duchenne, m. di Becker, atrofie neurogene spinali). Riconoscere le caratteristiche dell’ipertensione endocranica.
  • Individuare i fabbisogni energetici e nutritivi nelle varie età, le peculiarità dei vari prodotti dietetici per l’infanzia, le tecniche per comporre una dieta corretta, le tappe dell’evoluzione alimentare del bambino. Obesità e magrezze. Indicare le principali alterazioni del metabolismo Ca-P nell’infanzia, con articolare riguardo ai rachitismi, e impostare un corretto trattamento della forma carenziale; disturbi dell’equilibrio idro-elettrolitico e acido-base.
  • Descrivere i principi generali della farmacologia pediatrica. Individuare gli inconvenienti e le controindicazioni all’uso dei farmaci in età pediatrica. Principi di emergenza in pediatria (presidi da tenere a disposizione, gestione dello shock, scompenso cardiaco, insufficienza respiratoria, convulsioni, ecc.). Trauma cranico e politraumatismo nel bambino.  Tipi specifici o patterns di danni che suggeriscono maltrattamento

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Diapositive delle lezioni - dispense

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

EUGENIO BONIOLI (Presidente)

SIMONE FERRERO

GIORGIO ALBERTI

LEZIONI

Modalità didattiche

lezioni in aula

INIZIO LEZIONI

Ottobre

ESAMI

Modalità d'esame

Orale