LABORATORIO PROFESSIONALE PROPEDEUTICO AL TIROCINIO III ANNO

LABORATORIO PROFESSIONALE PROPEDEUTICO AL TIROCINIO III ANNO

_
iten
Codice
66931
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
1 cfu al 3° anno di 9286 TECNICA DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA (L/SNT2) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/48
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (TECNICA DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA)
periodo
Annuale
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

PRESENTAZIONE

Il laboratorio professionale propedeutico offre gli strumenti utili al raggiungimento degli obiettivi previsti dal tirocinio del III anno e consente attraverso l’apprendimento attivo e collaborativo, la conoscenza pratica, la sperimentazione diretta e la valutazione delle competenze raggiunte.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Approfondire la conoscenza e la capacità di utilizzare metodologie e tecniche, protocolli riabilitativi manualizzati e relativi strumenti di valutazione standardizzata. Acquisire competenze nell'applicazione della conoscenza con autonomia di giudizio e abilità comunicativo-relazionale nelle diverse situazioni. Acquisire competenze professionali specialistiche in ambito riabilitativo psichiatrico. Raggiungere l'autonomia operativa alll'interno del lavoro di èquipe, con applicazione dei metodi e delle tecniche acquisire, ed acquisire il rigore scientifico-metodologico nell'agire riabilitativo.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

Coadiuvare e concorrere ad accrescere attraverso le attività laboratoriali conoscenze e competenze, riferibili al campo intellettivo, gestuale e relazionale, definite negli obiettivi specifici del modulo Tirocinio III anno, oltre che dall’obiettivo globale dello stesso modulo, cui si rimanda. 

Modalità didattiche

Il laboratorio è annuale e prevede modalità di didattica attiva e partecipazione diretta degli studenti ad attività individuali, in piccolo gruppo e in grande gruppo. Ci si potrà avvalere quindi di:

  • esercitazioni con simulazioni sulle competenze operative e relazionali
  • dimostrazioni di immagini, schemi e materiali, grafici
  • discussione di casi 
  • discussione di casi in sottogruppi con presentazioni in sessioni plenarie
  • simulazioni e role playing
  • autoapprendimento

PROGRAMMA/CONTENUTO

Si potranno declinare i seguenti contenuti nelle attività laboratoriali, con specifico riferimento all’ambito terapeutico-riabilitativo psichiatrico:

La progettazione: proposizione di casi clinici, prevalentemente da parte degli studenti 
Proposizione di strumenti di valutazione standardizzata
Le scelte dell’agire professionale: i temi emergenti dalla pratica professionale
Sperimentazione di tecniche riabilitative EBM e/o utilizzo di relativi protocolli 
Autoformazione e conseguente eventuale aggiornamento proposto al gruppo studenti

Il programma è flessibile e sarà articolato a partire dalle esigenze formative specifiche del gruppo studenti, quindi anche direttamente su richieste avanzate dagli studenti stessi.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Verrà fornito eventuale materiale didattico, unitamente a strumenti per la valutazione strutturata.

Si esortano gli studenti a ricercare articoli scientifici, testi o strumenti di valutazione e tecniche di riabilitazione anche per proprio conto, così da agevolare autonome capacità di ricerca attiva e studio.

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

GIOVANNI DEL PUENTE

DEBORA PARIGI

LEZIONI

Modalità didattiche

Il laboratorio è annuale e prevede modalità di didattica attiva e partecipazione diretta degli studenti ad attività individuali, in piccolo gruppo e in grande gruppo. Ci si potrà avvalere quindi di:

  • esercitazioni con simulazioni sulle competenze operative e relazionali
  • dimostrazioni di immagini, schemi e materiali, grafici
  • discussione di casi 
  • discussione di casi in sottogruppi con presentazioni in sessioni plenarie
  • simulazioni e role playing
  • autoapprendimento

INIZIO LEZIONI

Primo semestre.

ESAMI

Modalità d'esame

Idoneità, valutazione in itinere e finale. 

Modalità di accertamento

Valutazione in itinere per quanto concerne la partecipazione alle prove pratiche delle attività laboratoriali e le progressive acquisizioni di competenze. Valutazione finale attraverso un test con domande aperte e chiuse inerenti i contenuti affrontati nella pratica laboratoriale triennale e/o situazioni paradigmatiche della pratica professionale, inerenti i contenuti medesimi. Si accerterà, oltre alla comprensione,  in particolare la capacità di  applicare le competenze trasversali e specifiche acquisite.

ALTRE INFORMAZIONI

E' richiesta frequenza assidua e partecipata.