FILOSOFIA E TEORIA DEI LINGUAGGI

FILOSOFIA E TEORIA DEI LINGUAGGI

_
iten
Codice
66747
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
1 cfu al 2° anno di 9280 EDUCAZIONE PROFESSIONALE (L/SNT2) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-FIL/05
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (EDUCAZIONE PROFESSIONALE)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

PRESENTAZIONE

Dal segno linguistico di Ferdinand de Saussure al modello elementare della comunicazione di Roman Jakobson. 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Acquisire competenze pedagogiche di carattere epistemologico e metodologico applicato ai cambiamenti culturali e degli stili di vita ed ai nuovi fenomeni sociali e interculturali. Acquisire competenze metodologiche riguardo la dimensione etico-morale e sociale con particolare riferimento alla dimensione filosofica del linguaggio e alla ricostruzione storica e critica della scienza.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

Il corso di propone di introdurre alla conoscenza delle fondamentali antinomie concettuali che dalla linguistica (e, particolarmente dalla linguistica strutturale) si sono estese in prima istanza alla semiotica, fino a costituire oggi strumenti epistemologici imprescindibili per accostarsi allo studio di ogni fenomeno comunicativo complesso, indi culturale lato sensu.

Modalità didattiche

Lezioni frontali con verifica degli obiettivi mediante prova scritta conclusiva

PROGRAMMA/CONTENUTO

Segno linguistico: significato/significante; langue/parole; forma/sostanza; sintagma/paradigma (selezione/combinazione) ; cambiamenti linguistici: prospettiva sincronica e diacronica.

Modello elementare della comunicazione (processi di produzione, trasmissione, ricezione e decodifica del messaggio); funzioni linguistiche.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Massimo Prampolini, Ferdinand de Saussure, Roma, Carocci, 2013.

Roman Jakobson, “Linguistica e poetica” in Saggi di linguistica generale, Milano, Feltrinelli, 1966 (e successive riedizioni), pp. 181-218. 

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

STEFANIA BASSO (Presidente)

DONATELLA PANATTO (Presidente)

LUISA BATTAGLIA

DAVIDE ARECCO

EDOARDO VALTER TIZZI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali con verifica degli obiettivi mediante prova scritta conclusiva

INIZIO LEZIONI

09/05/2017

ESAMI

Modalità d'esame

 

Prova scritta: da 2 a 4 domande aperte

Modalità di accertamento

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

L’esame si propone di verificare l’apprendimento dei principali nodi teorici illustrati nel corso attraverso la capacità di riportarne i concetti essenziali sia letteralmente che attraverso rappresentazioni grafiche nonché mediante esempi tratti da situazioni comunicative quotidiane e relative a linguaggi settoriali (dalla pubblicità alla letteratura - utilizzo di frames).

 

Come l'esame permetterà di verificare il raggiungimento dei risultati di apprendimento previsti: capacità di applicare le conoscenze attraverso la soluzione di un problem, abilità di comunicazinoe tramite esame orale, ecc...