Apprendimento dei fenomeni biologici, dei meccanismi di funzionamento degli organi ed apparati coinvolti nella visione, conoscenze fisiologiche e fisiopatologiche del sistema visivo, identificazione dei bisogni abilitativi nell'ipovisione e nell'ambliopia, gestione degli strumenti diagnostici non invasivi utilizzati nella pratica oftalmologica, apprendimento dei principi culturali, etici e professionali nei confronti dei pazienti, acquisizione delle competenze nella ricerca scientifica.
Gli studenti svolgono quotidianamente attività di tirocinio presso gli ambulatori oculistici e Istituti/ASL convenzionati. Ciò comporta l’esecuzione di attività pratiche con progressiva assunzione di ampi gradi di autonomia.
Il laureato ortottista svolge la sua attività professionale in strutture sanitarie, pubbliche o private, in regime di dipendenza o libero-professionale.