L’analisi consapevole dei dati e la costruzione di modelli interpretativi della realtà richiedono oggi strumenti propri della matematica e dell’informatica. L’obiettivo del corso di laurea è formare figure professionali con competenze statistiche, anche computazionali, e solide conoscenze matematiche. Più della metà dei laureati prosegue gli studi magistrali, tipicamente in discipline statistiche; di questi oltre il 20% consegue il dottorato.
Raccolta, organizzazione, analisi ed interpretazione di dati al calcolatore, già dal primo anno, seguendo corsi tenuti da professionisti esterni e con tirocino in azienda (obbligatorio) in Italia o all'estero. Le tesi si basano su casi di studio.
Lo statistico è tra i mestieri più richiesti e pagati nel mondo: in ambito biomedico, in aziende farmaceutiche, nel settore industriale, in banche e assicurazioni, in società di ricerche di mercato, per la gestione del territorio, nella rete SISTAN.