Il Corso di studio in Lettere è centrato sull'analisi dei testi letterari dall'antichità all'età contemporanea. A seconda del curriculum l'interesse si indirizza maggiormente sulle letterature greca e latina; su quella italiana in sé e in relazione alle letterature straniere; sul rapporto tra letteratura, musica, teatro, cinema e nuovi media. Studiare testi letterari significa affrontare la complessità, affinare le capacità critiche, abituarsi a comunicare in forma scritta e orale contenuti ardui, entrare in contatto con “linguaggi” diversi di epoche differenti.
“Facendo” significa leggere testi da soli, o con la modalità del seminario e del laboratorio, tradurli, interpretarli, confrontarsi con gli scritti degli studiosi che su di essi hanno concentrato l'attenzione. Significa formulare e verificare ipotesi in costante dialogo con il docente.
Lo studio dei testi letterari, correttamente inquadrati e interpretati, porta ad acquisire capacità critiche e competenze trasversali (analisi, sintesi, facoltà espressive) particolarmente richieste nel mondo del lavoro, dall’industria culturale al mondo della formazione.