arrow-down Asset 6 1Asset 5 1close comment down-didattica down envelop facebook file instagram link-esterno marker menu minus Asset 7plus right search arrow-down twitter up-didattica up user youtube linkedin

Università degli Studi di Genova

Via Balbi, 5 - 16126 Genova
Tel. +39 01020991 - Fax +39 010 2099227

Eventi

Convegno

Storiografia filosofica e storiografia religiosa: due punti di vista a confronto

24/05/2018 ore 09:30 - Aula Magna della Scuola di Scienze Umanistiche, Via Balbi 2 - 16126 Genova

Il Convegno intende esaminare le diverse tipologie di ricerca che affrontano l’approccio alla verità e al senso della vita nel loro sviluppo storico. Da quando si sono configurate ricerche specialistiche in ambito storico-filosofico e storico-religioso, sostanzialmente a partire dal periodo del Rinascimento e della Riforma, gli studiosi si sono sovente rincorsi e sovrapposti affrontando tematiche le quali potevano avere equivalente specificazione filosofica e religiosa.

Nell’attuale situazione della ricerca storica, specialmente in Italia, si verificano rigidità di attribuzione metodologica e di svolgimento complessivo tra i due ambiti, che la naturale dinamica di una ricerca storica senza aggettivi non dovrebbe conoscere. Il Convegno intende essere il momento d’incontro tra studiosi della storia di fenomeni tra loro certo diversi, ma sovente in fecondo dialogo. La ricerca filosofica della verità e l’acquisizione-elaborazione della verità entro un orizzonte rivelativo religioso connotato da comunità di fedeli e da aspirazioni escatologiche, conoscono certo diversi approcci storiografici con dinamiche talvolta contigue e talvolta dissonanti, ma anche presentano punti di contatto. In altre parole: possono esistere ricerche le quali vedano la convergenza di oggetti e metodi, e nelle quali le esigenze filosofiche e le esigenze religiose sono presenti egualmente e debbono egualmente ricevere attenzioni.

Il Convegno intende presentare attraverso brevi interventi il punto di vista di studiosi che particolarmente abbiano affrontato tematiche insieme filosofiche e religiose nelle loro ricerche. Intende cioè offrire un luogo d’incontro e di riflessione su metodi convergenti e su ricerche particolarmente complesse.

Una ragione precisa spiega lo svolgimento del Convegno in questo momento: volge al termine il lungo e intenso periodo di attività didattica di Luciano Malusa, docente di Storia del Cristianesimo e delle Chiese presso l’Ateneo genovese, già professore ordinario di Storia della filosofia nelle Università di Padova, Verona e Genova. Malusa si è dedicato e si dedica attualmente a studi e ricerche d’archivio sui processi delle Congregazioni dell’Indice e del Santo Uffizio svolti nel secolo XIX, relativamente a esponenti di rilievo del pensiero cristiano come Antonio Rosmini e Vincenzo Gioberti, con particolare attenzione al rigore filologico e al lavoro sulle fonti. Malusa ha pubblicato egualmente studi storico-filosofici e studi storico-religiosi, senza sentirsi a disagio nella veste dello storico tout court, nonostante abbia trascorso parecchi anni a indagare su problematiche di storia della filosofia.
Per Malusa alle origini della problematicità di un confronto tra storiografia filosofica e storiografia religiosa esiste la questione se la fede religiosa dello studioso debba costituire una sorta di “precomprensione” utile per capire tanto la tensione veritativa della filosofia quanto il concentrarsi della religione su una Parola divina rivelativa di una Entità trascendente. Non a tutti gli studiosi è dato affrontare il rapporto tra i due tipi di storiografia secondo questa impostazione. Tuttavia il rapporto tra una tensione intellettuale-spirituale e le modalità di un’accoglienza del divino e della sua presenza nel mondo è molto stimolante per affrontare nodi significativi della storia.

Segnalato da Stefania Zanardi

Allegati:

Torna indietro