arrow-down Asset 6 1Asset 5 1close comment down-didattica down envelop facebook file instagram link-esterno marker menu minus Asset 7plus right search arrow-down twitter up-didattica up user youtube linkedin

Università degli Studi di Genova

Via Balbi, 5 - 16126 Genova
Tel. +39 01020991 - Fax +39 010 2099227

Obiettivo sicurezza. Intelligence e Università, un modello per fare sistema

Il 3 novembre all'Università degli Studi di Genova la tappa numero 26 di 'Intelligence live'. Il Direttore generale del DIS, Alessandro Pansa: "Valorizziamo le idee. Collaborazione con il mondo della ricerca per la cyber-security e altri settori strategici"

Il Rettore, Paolo Comanducci: "La collaborazione che si è instaurata tra l’Università di Genova e il DIS risulta estremamente importante. In un momento come quello che viviamo, le attività di intelligence devono mobilitare tutta la società, a partire dal mondo accademico"

"La partita della sicurezza richiede un gioco di squadra e obiettivi comuni: da soli non si vince. L'Università ha un grande compito da svolgere insieme a noi: pensare l'Intelligence, aiutarci a cogliere sfide culturali, mettendo a fuoco percorsi e modelli efficaci per la protezione degli interessi politici, militari, economici, scientifici ed industriali dell'Italia. Il nostro mondo è sempre aperto a riconoscere e valorizzare la forza delle idee". Così il Prefetto Alessandro Pansa, Direttore generale del DIS, presenta l'incontro 'Intelligence live', che si terrà all'Università degli Studi di Genova, il 3 novembre 2016, con inizio alle 10,30, presso il Salone al piano nobile di Villa Cambiaso (via Montallegro, 1).

Un'occasione di dialogo, per conoscere i volti e la realtà dell'attività di intelligence, oltre i miti, gli stereotipi e i luoghi comuni. Un dialogo tra il Dipartimento delle informazioni per la sicurezza e il mondo della ricerca, per mobilitare le conoscenze e i saperi del Paese e vincere, insieme, le sfide asimmetriche del nostro tempo, dal terrorismo alla minaccia cyber. Genova è la tappa numero 26 di 'Intelligence live', il roadshow promosso dal Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica nei principali atenei italiani.

Il programma dei lavori prevede, con inizio alle 10,30, i saluti introduttivi del Prof. Paolo Comanducci, Magnifico Rettore dell'Università di Genova. A seguire, Paolo Scotto di Castelbianco, responsabile della Comunicazione istituzionale e Direttore della Scuola di formazione del Comparto Intelligence, dialogherà con gli studenti nello spazio '“Intelligence...conosciamola meglio”.

Quindi l'intervento della Prof.ssa Barbara Alemanni, docente del Dipartimento di Economia di Unige, sul tema "Crimini finanziari, paradisi fiscali e tracciabilità dei flussi internazionali", e del Prof. Alessandro Armando, del Dipartimento di Informatica, Bioingegneria, Robotica e Ingegneria dei Sistemi, su "Evoluzione della formazione nella cybersecurity".

Nel suo intervento dal titolo "Obiettivo sicurezza. Intelligence e Università, un modello per fare sistema", il Prefetto Alessandro Pansa, Direttore generale del DIS, indicherà le priorità dell'azione Intelligence di fronte alle sfide asimmetriche del nostro tempo.

"Le sinergie che abbiamo sviluppato con il DIS nell’ambito della cybersecurity, così come le diverse collaborazioni su temi geopolitici, non fanno altro che rendere sempre più evidente, la necessità delle istituzioni e delle aziende di fare rete - spiega il Rettore dell'Università, Paolo Comanducci - in un momento come quello in cui stiamo vivendo, sempre più complesso e interconnesso, le attività di intelligence devono mobilitare tutta la società, a partire dal mondo accademico”.

"La missione dell'Intelligence - rimarca il Direttore del DIS, Alessandro Pansa - è fornire supporto informativo al Governo. Il lavoro di raccolta e analisi è strategico, perché su quelle informazioni si fondano decisioni politiche. Allo stesso modo, segnaliamo possibili rischi e attacchi al sistema Paese, contribuendo - sul campo - a salvaguardare gli asset economici del Paese". "Per noi la regola d'ingaggio è fare sistema - scandisce il prefetto che guida l'Intelligence - il Comparto è una frontiera avanzata ma anche una realtà dinamica che promuove una collaborazione con laboratori di ricerca nazionali e internazionali per la cyber-security e altri settori strategici".

Per questo, sottolinea ancora il Direttore generale del DIS: "La Scuola di formazione del Comparto Intelligence, protagonista del roadshow Intelligence live, è sempre più Campus dell'Intelligence: sviluppando idee nuove e analisi di lungo periodo è centro di ricerca e formazione ma anche un moltiplicatore di analisi, un ponte con il mondo esterno e in particolare con le Università e i centri di eccellenza, curando le attività di promozione di cultura della sicurezza partecipata". "La way ahead è chiara - conclude il numero uno dell'Intelligence nazionale - un'epoca complessa come la nostra richiede capacità di interpretare i segnali: abbiamo bisogno di ricerca, innovazione e studio. Dobbiamo immaginare e anticipare scenari futuri. La sicurezza ha bisogno del contributo di ciascuno".

 

Accesso libero fino ad esaurimento posti, con prenotazione obbligatoria.

Per ogni informazione contattare:

Segreteria del Rettore

010 209 9221

mail: eventi@unige.it

Locandina dell'evento

Genova, 31 ottobre 2016
Last Update: 31/10/2016