arrow-down Asset 6 1Asset 5 1close comment down-didattica down envelop facebook file instagram link-esterno marker menu minus Asset 7plus right search arrow-down twitter up-didattica up user youtube linkedin

Università degli Studi di Genova

Via Balbi, 5 - 16126 Genova
Tel. +39 01020991 - Fax +39 010 2099227

Un impegno dell’Università di Genova per l’apprendimento permanente

Università della Terza Età – UniTE

Aperte le iscrizioni: avvio dei corsi a novembre

L’Ateneo di Genova da 33 anni, unica Università in Italia, offre ai cittadini della terza età una varietà di proposte culturali che spaziano dalla letteratura alla storia dell'arte, dalla medicina all'economia, dalla sociologia al diritto, dalla fisica all'ingegneria, all'architettura. Sette corsi di area disciplinare e 16 corsi trasversali (quattro lingue straniere, latino, musica, storia dell’arte, pittura e scultura) ai quali si iscrivono ogni anno più di 1200 Studenti. Si parla di terza età anche se il limite minimo di iscrizione è di 45 anni e l’età media dei partecipanti è di circa 60 anni.

A differenza delle cosiddette “università popolari” che sviluppano attività finalizzate all’animazione culturale in chiave di supporto all’invecchiamento attivo, Unite si è focalizzata, fin dalla sua nascita, nel 1983, allo sviluppo di attività a carattere strettamente didattico, finalizzate a consentire un reale apprendimento da parte degli allievi coinvolti e a garantire l’efficacia dell’azione di “social engagement” dell’Università, alla quale il Rettore crede fermamente.

Anche quest’anno le attività di Unite riprendono con il consueto slancio: accordi con il Teatro Stabile, con il Carlo Felice, con il Museo Biblioteca dell’attore, con la Fondazione Palazzo Ducale, con il circuito Cinema Genova per integrare l’offerta formativa con le iniziative culturali del territorio; coinvolgimento di giovani dottori di ricerca e laureati nelle attività didattiche; accordi specifici con il Conservatorio Niccolò Paganini e la Politecnica delle Arti e con l’Istituto Chiossone onlus; docenti universitari di rilievo nazionale ed internazionale, oltre ad esperti esterni, coinvolti gratuitamente nella didattica.

Una mole di lavoro organizzativo e didattico complessa, finalizzata ad erogare oltre 1400 ore di didattica a fronte di un costo simbolico di immatricolazione di 50 euro per il primo anno e di 30 euro per gli anni successivi. Ciascun iscritto può frequentare liberamente corsi di “area” di 100 ore annue, da scegliere tra l’area umanistica, linguistica, sociale, di architettura, di ingegneria, di scienze matematiche, fisiche, naturali, di medicina e farmacia oltre a corsi facoltativi (musica, arte, disegno, pittura, latino) di 40 ore ciascuno. Dopo 3 anni di frequenza gli allievi possono persino contribuire con un proprio approfondimento, che pur non portando ad una laurea vera e propria, prevede una discussione con i docenti universitari coinvolti alla presenza del Presidente Unite, Prof. Francesco Surdich, e il rilascio di un attestato.

Tra le novità di quest’anno la conferma di veri e propri corsi monografici in molti ambiti: dal ciclo di lezioni su Lutero in coincidenza con il “cinquecentenario della Riforma”, a quello su “Famiglie allargate, famiglie di fatto e unioni civili” o i “Grandi personaggi femminili in letteratura” o al corso di area musicale sulle “Eroine del melodramma”, collegato ad un abbonamento speciale al Teatro Carlo Felice. L’Area di Architettura, che rappresenta uno degli ambiti “storici” di Unite, vedrà anche quest’anno lezioni nella più diversificate materie ma anche visite esterne, condotte da docenti universitari. Per quanto riguarda l’area scientifica, sulla quale Unite punta enormemente per il prossimo futuro, i corsi prevedono approfondimenti specifici nel campo della fisica, matematica, chimica ma anche dell’astrofisica, della biofisica, dell’archeometria e della bioinformatica.

Tra le attività esterne, oltre ad un abbonamento speciale alla stagione del Teatro Stabile, anche un Cineforum collegato al tema del dialogo interreligioso con film tra i quali “Uomini di Dio” di Xavier Beauvois, “Human” di Yann Arthus-Bertrand, “Il figlio dell’altra” di Lorraine Lévy, “La bicicletta verde” di Haifaa Al-Mansour, “La sposa promessa” di Rama Burshtein, organizzato con il Circuito Cinema Genova.

Un’offerta formativa estesa che prenderà avvio il prossimo 16 novembre, alle ore 11 al Teatro della Corte, con un evento pubblico realizzato in collaborazione con il Teatro Stabile. Le iscrizioni, avviate a metà settembre, hanno già registrato più di 800 iscritti, e chiuderanno a fine ottobre.

Per eventuali informazioni e chiarimenti si comunica il link alla Segreteria UNITE: https://unige.it/unite/contatti.shtml

Genova, 17 ottobre 2016
Last Update: 17/10/2016